Cerca
  • Francesca Bevilacqua

Agile guida per muoversi nel mondo degli audiolibri

Aggiornamento: 1 mar

Ho iniziato ad ascoltare gli audiolibri da qualche anno. Ero partita scettica, nonostante da piccolina mia madre mi regalasse le audio-cassette per sentire le storie quando ancora non potevo leggerle da me. Devo ammettere che le mie perplessità sono subito scemate.


Un audiolibro non è come approcciarsi a un libro per conto proprio, tuttavia ha il suo fascino.


Essere guidati in una storia da una voce che dia intonazione e sentimento alle parole, ma che ci lascia comunque la possibilità di immaginare ed entrare nel nostro mondo personale legato alla fantasia, ha lo stesso sapore di quanto da piccoli ci leggevano le favole. Io, personalmente, ascolto gli audiolibri in quei momenti dove avere un cartaceo è ingombrante o impossibile. Mi faccio accompagnare durante i miei lunghi viaggi in macchina, mentre faccio le pulizie della camera, quando sono in coda alle poste, durante i viaggi in treno perché soffro il movimento del vagone.


Tre i principali servizi italiani a cui appoggiarsi per ascoltare gli audiolibri: StoryTel, Audible (del magnate Amazon), ed Emons Records. Quest'ultima, in particolare, permette di ascoltare le vostre storie preferite non solo tramite App, ma direttamente tramite CD, acquistabili presso le maggiori librerie italiane.


Mia nonna dice spesso tentar non nuoce, potrebbe non piacervi o fare per voi; o magari scoprite che nonostante amiate l’intimità del rapporto personale con un libro, l’accompagnamento di una voce non è così male ed è un’esperienza che potreste trovare gradevole.


Vi lascio le mie proposte di ascolto.


Una cosa divertente che non farò mai più di David Foster Wallace


È un audiolibro leggero e divertente, che non richiede un grosso impegno e potrebbe strapparvi più di qualche risata. La storia narra dell’esperienza dell’autore in una crociera extra lusso alla quale era stato invitato per scrivere un articolo. Durante la sua permanenza sulla nave raccoglie così tanto materiale che decide di scriverci un libro. La narrazione sarcastica ti permette di entrare in una realtà che difficilmente ti immagineresti in questo modo.


Il gioco del rovescio e altri racconti di Antonio Tabucchi


Tabucchi è conosciuto molto per il suo libro Sostiene Pereira e per il suo legame con il Portogallo. I suoi libri vengono usati molto spesso dalle guide per narrare Lisbona. Tuttavia, per chi già lo ha letto o deve ancora leggere qualcosa di suo, consiglio questa raccolta di racconti. Scrivere racconti non è una cosa semplice, come potremmo, pensare. L’autore e la sua scrittura diretta, pulita, che raramente si lascia andare a infiocchettamenti, ci rende il racconto facile alla lettura, ci mostra come funziona, la sua varietà e potenzialità.

Tabucchi oltre a essere un romanziere eccezionale, ci propone racconti altrettanto interessanti e variegati. Per le persone a cui piace dedicarsi alla lettura di cose brevi, senza pretese, lo trovo un ottimo compromesso.


Stoner di John Williams


Stoner è un libro che dimostra quanto saper scrivere è più importante di cosa si scrive. Questo libro non racconta un evento eccezionale, bizzarro, particolare, ma racconta una quotidianità. Ci troviamo a leggere della vita di un ordinario professore di letteratura inglese, un’esistenza che si potrebbe dire quasi insignificante, senza sussulti o forti sconvolgimenti. È un libro che attraverso una scrittura magistrale ci traghetta attraverso le meraviglie della banalità scoprendo che ogni normalità non è poi così normale come saremmo portatati a credere.


Tre topolini ciechi e altre storie di Agatha Christie


Ammetto di essere un’amante di questa scrittrice e un’estimatrice di come abbia trasformato un genere. I suoi libri risultano frizzanti e acuti ancora oggi. Proprio per questo consiglio l’ascolto dei suoi racconti, più brevi dei suoi romanzi, ma altrettanto intensi e avvincenti. Proprio per la loro durata più contenuta il pathos e la tensione si muovono più velocemente senza mai lasciarti respirare, gli eventi e gli indizi si susseguono senza darti tregua.

Per gli amanti del genere sono una sfida a scoprire il colpevole, a capire l’incastro ad azzardare le proprie teorie. Inoltre, essendo racconti vi potete ritagliare anche meno tempo a seconda delle vostre disponibilità, non facendo fatica a seguire le vicende e magari concludendo con un unico ascolto l’intera storia.


Lezioni americane di Italo Calvino


Calvino è uno dei letterati italiani più apprezzati anche all’estero, dalle sue opere sono state tratte citazioni che accompagnano libri, opere d’arte, discorsi, film. È un autore che io definirei ricco e sfaccettato, non solo perché la sua produzione letteraria ingloba sia il periodo neorealista che modernista, mostrando quando abbia sperimentato, ma anche perché come uomo mostra una conoscenza vasta frutto di una profonda ricerca personale.

Lezioni americane è un saggio, che però io fatico a vedere solo come tale. Erano delle lezioni che Calvino aveva preparato in vista di un discorso che avrebbe dovuto tenere all’Università di Harvard l’anno in cui però è mancato. Il testo è un ricco campionario della cultura di Calvino che prende, spiega e discorre dei valori che secondo lui deve possedere la letteratura, ma anche la scrittura stessa.


Lezioni americane non è solo una spiegazione degli aspetti che Calvino predilige e ritiene essenziali, è un viaggio attraverso le sue opere, la sua persona, il suo modo di pensare e collegare gli aspetti più disparati. Ciò con cui veniamo a contatto è, a mio dire, l’essenza di un personaggio che non è solo un letterato fenomenale, ma è anche un uomo che ha fatto della letteratura un motore di interpretazione e di movimento della vita.


Sette brevi lezioni di fisica di Carlo Rovelli


Io ho fatto un liceo scientifico e con la fisica ho sempre avuto un rapporto molto conflittuale, credo più a causa della mia professoressa che mal sopportava la materia più di quanto io mal vivessi le insufficienze che mi dava. Eppure, sapevo che, come materia, poteva avere un fascino e un interesse, ma l’approccio ad essa che mi veniva fornito non riusciva a soddisfare la mia curiosità e io da sola non sapevo dove mettere le mani. Questa piccola lettura credo sia un ottimo approccio, semplice e chiaro ad alcuni argomenti della fisica, accessibile a tutti e non richiede conoscenze pregresse.


L’uomo che scambiò sua moglie per un cappello di Oliver Sacks


Rimanendo nell’ambito scientifico non posso non consigliare questo testo. A me è stato consigliato da mia madre che è neurologa. La neurologia, un tempo branca della psichiatria, penso sia una delle specializzazioni mediche meno conosciute e misteriose, ma tra le più affascinanti. Sacks è stato un famoso neurologo che in questo libro ha riportato alcuni casi clinici davvero interessanti di pazienti con lesioni encefaliche. Detto così potrebbe sembrare un saggio noioso, troppo specifico. Invece, la cosa davvero riuscita di questo testo è proprio la fruibilità del racconto per chi non ha competenze neurologiche.

Io lo consiglio perché l’indagine umana mi affascina, questo approccio scientifico in un ambito che per me non sarebbe accessibile per via delle mie competenze, è un modo per venire a contatto con realtà che sono più vicine a noi di quanto pensiamo. Per chi è curioso e attirato dal mondo della medicina, lo ritengo un testo valido e sorprendente. Più che dei saggi ci troviamo davanti a racconti di vita, narrati dalla voce di chi maneggia così bene la sua materia da saperla trasmettere anche a noi profani.


Tre piani di Eshkol Nevo


Qualche mese fa è uscito il film di Nanni Moretti tratto da questo libro e ambientato a Roma. Io personalmente ho apprezzato questo libro, non solo perché ambientato a Tel Aviv e per le storie che vengono riportate, ma perché l’ho ascoltato come audiolibro. Si tratta di tre racconti, narrati in prima persona da tre personaggi diversi.

Come audiolibro i personaggi hanno tre voci diverse, le stesse degli attori del film. Questa scelta l’ho trovata molto interessante e devo dire che ha catturato in pieno la mia attenzione. La storia è molto semplice nella realtà, sono vicende che riguardano tre inquilini di uno stesso palazzo, vicende che poi finiranno per incrociarsi tra loro. La scelta di ascoltare questo libro l’ho trovata tuttavia vincente, diversa e originale.


Le mie proposte finiscono qui. Ci sarebbero davvero tanti libri da consigliare, ma per me questi vi danno una buona varietà anche a seconda dei gusti personali o della possibilità di ampliare i vostri orizzonti.